Unità di compressione Poppe + Potthoff

Poppe + Potthoff Maschinenbau GmbH fornisce unità di compressione e sistemi di controllo della pressione fino a 400 bar per vari gas. Forniamo unità pronte da collegare in grado di aumentare la pressione esistente nell’ambito delle applicazioni pneumatiche e idrauliche. Questo consente di ampliare le prestazioni dei sistemi esistenti in modo flessibile ed efficiente. Le nostre unità di compressione vengono utilizzate laddove la pressione del sistema esistente non è sufficiente per implementare determinate applicazioni. Naturalmente, i nostri sistemi sono costruiti a seconda delle esigenze con conformità UL o CE. Inoltre, offriamo assistenza e supporto in loco.

Elevatore di pressione

Unità di compressione

Dispositivi per la ricarica di azoto

Stazioni di allacciamento

Valvole ad alta pressione

Centraline idrauliche (olio)

Centraline idrauliche (acqua)

Sistemi portatili di controllo della pressione

Leva per la generazione di pressione

La finalità dei nostri sistemi compatti è la trasduzione della pressione. Pertanto la pressione viene elevata da una superficie primaria più grande a una superficie secondaria più piccola con un rapporto di trasduzione specifico. Un accumulatore di pressione integrato consente inoltre di regolare in modo continuo o selettivo la pressione di uscita in base alle esigenze.

Per visualizzare le varie unità di compressione, fate clic sui seguenti settori di applicazione:

Unità di elevazione della pressione

Le nostre stazioni di pressurizzazione vengono utilizzate laddove la fornitura di aria compressa esistente risulta insufficiente a causa di una maggiore richiesta di pressione da parte di strumenti, unità o sistemi speciali. Un’unità di elevazione della pressione PPM può, ad esempio, essere integrata nella rete di aria compressa esistente in qualsiasi punto utilizzando i raccordi per tubi disponibili in commercio, oppure può essere collegata direttamente a un compressore portatile durante i lavori di assemblaggio ed essere quindi utilizzata per aumentare la pressione in punti specifici. L’elevatore di pressione (booster) funziona pneumaticamente, cioè funziona in modo indipendente ed è azionato esclusivamente con l’aria compressa disponibile. Gli elevatori di pressione mostrati nell’illustrazione comprimono la pressione di ingresso con un rapporto di trasduzione di 1:2. In tal modo, ad esempio è possibile aumentare selettivamente una classica rete di aria compressa da 6 bar fino a 12 bar. Inoltre, sono ovviamente disponibili anche altri rapporti di trasduzione e dimensioni dei contenitori, a seconda dei requisiti di pressione e portata necessari.

Vantaggi:

  • Aumento della pressione infinitamente variabile per i singoli utenti finali
  • Funzionamento pneumatico: non è necessario nessun collegamento elettrico
  • Nessun consumo di energia dopo il raggiungimento della pressione finale
  • Utilizzabile per applicazioni a pressione statica e dinamica

Optional:

  • Filtro per l’unità di essiccazione
  • Alloggiamento insonorizzato
  • Versione portatile

Dati relativi alle prestazioni:

  • Rapporto di trasduzione: 1:2
  • Standard: 16, 30, 50 bar
  • Pressioni di esercizio fino a un massimo di 400 bar
  • Pressione di azionamento: 1 – 10 bar
  • Serbatoio: da 20 l a 60 l
  • Capacità: secondo le esigenze

Gruppi compressori fino a 400 bar

I compressori PPM funzionano in base al principio della trasduzione della pressione. L’aria compressa esistente viene utilizzata per comprimere l’azoto. Questo principio sfrutta appieno la pressione d’ingresso esistente di N2 in termini di energia. La stazione portatile comprime l’azoto dalle bombole fino a 400 bar, indipendentemente dalla pressione della bombola.

Compressore PPM/V/400/120

Questo modello può garantire un rendimento di circa 120 Nl/min. Se la pressione d’ingresso scende al di sotto dei 20 bar, la bombola deve essere sostituita. Tuttavia, la produzione non è influenzata dalla sostituzione della bombola, poiché il volume di 5 l del serbatoio mantiene la fornitura necessaria. Il compressore può essere azionato senza problemi con una pressione d’ingresso di max 300 bar.

In caso di alimentazione di azoto tramite un serbatoio di gas liquido o un generatore, deve essere disponibile una pressione di ingresso di almeno 20 – 25 bar.

Dati relativi alle prestazioni:

  • Pressione d’ingresso della bombola di N2: min 20 – 25 bar, max 300 bar
  • Pressione d’ingresso del serbatoio di N2: min. 20 – 25 bar
  • Pressione di esercizio: max. 400 bar
  • Trasmissione di aria compressa: min 5 bar, manicotto di collegamento da 1/2″
  • Rendimento ca. 120 Nl/min
  • Regolatore della pressione in uscita

Compressore PPM/V/400/400

Con questo compressore PPM è possibile garantire una potenza di circa 400 Nl/min. Questo rappresenta il classico caso dell’applicazione di una post-compressione di N2.

Dati relativi alle prestazioni:

  • Pressione d’ingresso della bombola di N2: min 200 bar, max 300 bar
  • Pressione di esercizio: max. 400 bar
  • Trasmissione di aria compressa: min 5 bar, manicotto di collegamento da 1/2″
  • Rendimento: ca. 400 Nl/min
  • Regolatore della pressione in uscita

Dispositivi per la ricarica di azoto

Il caricatore di azoto PPM (PPM NCU / HA / 35/400) è destinato al riempimento di grandi sistemi di stoccaggio (accumulatori a sacca, membrana e pistone). È costituito da un’unità di azionamento idraulico, un compressore, un sistema di controllo elettrico nonché dai flessibili necessari. I componenti sono integrati in un alloggiamento compatto e portatile. Il dispositivo funziona automaticamente fino al raggiungimento della pressione di precarica preimpostata.

Il caricatore di azoto PPM consente un utilizzo ottimale delle bombole di azoto disponibili in commercio e il riempimento dell’accumulatore idraulico fino a una pressione di 400 bar.

Dati relativi alle prestazioni:

  • Pressione di uscita di N2 max: fino a 400 bar
  • Pressione regolabile
  • Capacità: secondo le esigenze

Stazioni di allacciamento

Le stazioni di allacciamento PPM consentono un migliore utilizzo delle bombole di azoto e il riempimento degli accumulatori idraulici fino a una pressione di 300 bar.

Le stazioni sono collegate a bombole di azoto standard e sono disponibili in vari modelli.

Il modello PPM NCU/N/35/300 è un’unità autosufficiente dotata di un potente compressore del gas, un pressostato e un riduttore di pressione. Viene montato su un alloggiamento trasportabile e grazie al suo peso ridotto è ideale per l’uso mobile. Come mezzo di azionamento viene utilizzato l’azoto della bombola stessa. Questo significa che il sistema funziona in modo completamente indipendente e l’azoto costituisce sia la trasmissione che il mezzo di trasporto.

Un’ulteriore variante è rappresentata dal modello PPM NCU/D/35/300. Questa stazione utilizza l’aria compressa come mezzo di azionamento. È inoltre dotata di un potente compressore del gas e viene montata su un alloggiamento portatile.

Dati relativi alle prestazioni:

  • Rapporto di trasduzione: 1:30
  • Pressione d’ingresso di N2 min: 35 bar
  • Pressione di uscita di N2 max: 300 bar (con 10 bar di pressione di azionamento)
  • Pressione di azionamento ad aria compressa: 10 bar
  • Mezzo di azionamento: aria compressa / azoto
  • Utilizzabile per vari gas

Valvole ad alta pressione

Oltre alle difficoltà tecniche riscontrabili nel settore della generazione della pressione, le applicazioni nell’ambito della tecnologia ad alta pressione richiedono spesso speciali valvole ad alta pressione che solo molto raramente sono disponibili sul mercato con le caratteristiche desiderate. A tale scopo, Poppe + Potthoff Maschinenbau GmbH sviluppa e produce valvole ad alta pressione per il controllo e la regolazione delle portate volumetriche nelle applicazioni idrauliche. Le valvole sono controllate pneumaticamente o elettricamente.

Dati relativi alle prestazioni:

  • Disponibili con vari livelli di pressione (100, 500, 1.000, 4.000 bar)
  • Controllo pneumatico
  • Utilizzabili per vari gas e liquidi

Centraline oleodinamiche ad alta pressione per oli

Poppe + Potthoff Maschinenbau GmbH fornisce centraline idrauliche fino a 4.000 bar pronte da collegare. Per generare la pressione viene utilizzata una pompa a pistone azionata pneumaticamente. La pompa viene semplicemente collegata alla rete di aria compressa esistente. Pertanto per aumentare la pressione non è necessaria alcuna connessione elettrica. Le nostre centraline idrauliche sono disponibili con vari livelli di pressione e vengono utilizzate, ad esempio, nei sistemi di bloccaggio idraulico.

La pressione di esercizio desiderata viene impostata sulle unità idrauliche tramite un riduttore di pressione sul lato dell’azionamento pneumatico. Con il rapporto di trasduzione (es.: 1:600) si ottiene la pressione di esercizio desiderata. Ad esempio, una pressione di ingresso di 5 bar corrisponde a una pressione di esercizio di 3.000 bar. Quando viene raggiunta l’alta pressione desiderata, la pompa si ferma automaticamente e quindi non consuma più energia.

Una valvola di intercettazione consente la separazione dell’unità e della pressione in uscita. La valvola di espansione consente inoltre di scaricare la pressione nel serbatoio.

Dati relativi alle prestazioni: (centraline da 4.000 bar):

  • Pompa: azionamento pneumatico a semplice effetto
  • Rapporto di trasduzione: 1:600
  • Vari campi di pressione: 100, 600, 1.000, 2.000 e 4.000 bar
  • Pressione di esercizio max: 4.000 bar
  • Pressione di azionamento dell’aria: P= 1 – 10 bar
  • Capacità: secondo le esigenze
  • Mezzo: vari oli

Centraline idrauliche ad alta pressione per acqua

Oltre alle classiche unità oleodinamiche, Poppe + Potthoff Maschinenbau GmbH fornisce anche centraline idrauliche per acqua fino a 4.000 bar pronte da collegare. La struttura di tali centraline è in gran parte identica a quella di quelle oleodinamiche. Le centraline idrauliche per acqua vengono utilizzate, ad esempio, come mezzo di azionamento per le pompe di lavaggio nelle macchine utensili. Anche questi sistemi sono disponibili con diversi livelli di pressione e come mezzo di azionamento richiedono solo aria compressa proveniente dalla rete di aria compressa interna.

La pressione di esercizio desiderata viene impostata sulle unità idrauliche tramite un riduttore di pressione sul lato dell’azionamento pneumatico. Con il rapporto di trasduzione (es.: 1:600) si ottiene la pressione di esercizio desiderata. Ad esempio, una pressione di ingresso di 5 bar corrisponde a una pressione di esercizio di 3.000 bar. Quando viene raggiunta l’alta pressione desiderata, la pompa si ferma automaticamente e quindi non consuma più energia.

Una valvola di intercettazione consente la separazione dell’unità e della pressione in uscita. La valvola di espansione consente inoltre di scaricare la pressione nel serbatoio.

Dati relativi alle prestazioni: (centraline da 4.000 bar):

  • Pompa: azionamento pneumatico a semplice effetto
  • Rapporto di trasduzione: 1:600
  • Vari campi di pressione: 100, 600, 1.000, 2.000 e 4.000 bar
  • Pressione di esercizio max: 4.000 bar
  • Pressione di azionamento dell’aria: P= 1 – 10 bar
  • Capacità: secondo le esigenze
  • Mezzo: acqua, emulsione acquosa

Sistemi portatili di controllo della pressione

Con l’unità di pressione mobile/carrello di pressione può essere generata una pressione idraulica fino a 4.000 bar. L’alimentazione idraulica e il trasduttore di pressione vengono progettati in base alle esigenze del cliente. L’olio viene filtrato e raggiunge tramite raccordi ad attacco rapido la valvola proporzionale che è montata direttamente sul trasduttore di pressione e regola la formazione di quest’ultima secondo le specifiche definite. Il settore dell’alta pressione è costituito da tre valvole ad alta pressione con azionamento pneumatico. I collegamenti di taratura si trovano sul trasmettitore di pressione. Il serbatoio dell’alta pressione è dotato di una valvola a 2/2 vie, un serbatoio, una valvola di sicurezza, un manometro nonché di una valvola di sfiato per il serbatoio e un pressostato con display digitale.

Tenendo conto dei mezzi e delle classi di purezza specifici del cliente, l’unità di pressione mobile rappresenta quindi un sistema compatto e automatico per la generazione e il controllo della pressione.

Dati relativi alle prestazioni:

  • Velocità di aumento della pressione: max 1.000 bar/s
  • Volume dell’alta pressione: secondo le specifiche del cliente
  • Mezzo: vari oli (ad esempio Houghton-Lubric HF130)
  • Trasmettitore di pressione: 0-4000 bar, cl. 0,5%
  • PLC: S7-300, S7-1200

La vostra richiesta di consulenza

Le vostre persone di contatto

Stefan Dreyer

CEO

Johannes Montag

CEO / Head of Sales

Frank Baudler

CTO

+49 3631 46221022
salesppm@poppe-potthoff.com

Philip-Claussen

Philip Claussen

Poppe + Potthoff Maschinenbau America

+1 617 250 7668
philip.claussen@poppe-potthoff.com

Per ulteriori soluzioni di test, cliccare sulle seguenti aree di prodotto:

Schläuche, Rohre und Rohrverbindungen für die Industrie
müssen definierten Drücken sicher standhalten.

video banchi di prova della pressione di scoppion

Poppe + Potthoff Maschinenbau è una società del Gruppo Poppe + Potthoff.
15 località in 9 paesi.

Il Gruppo Poppe + Potthoff ha 15 stabilimenti di produzione e uffici commerciali in 9 paesi. In ogni momento, il nome Poppe + Potthoff è sinonimo di massima qualità – una promessa di prestazioni su cui i nostri clienti fanno affidamento, indipendentemente dalla sede Poppe + Potthoff con cui lavorano.

PER SAPERNE DI PIÙ SU Poppe + POTTHOFF